Bando Reggiani per esempio 2015

"I Reggiani, per esempio" - Nuovo avviso pubblico a sostegno delle iniziative di volontariato


La somma complessiva messa a disposizione per l'edizione 2015 dei “Reggiani per esempio”, il cui bando è aperto da giovedì 2 aprile 2015, è di 280.000 euro, che saranno assegnati a progetti presentati da associazioni di volontariato, cooperative sociali, società cooperative, associazioni di promozione sociale, enti non commerciali, onlus, gruppi di cittadini costituiti in associazione o comitato, enti ecclesiastici e morali, scuole.
Il cuore de “I reggiani per esempio” quest'anno vede una novità legata all'imminente avvio di Expo 2015. Delle risorse messe a disposizione dal bando, infatti, 100 mila euro verranno destinati, nell'ambito di Restate, a progetti che abbiano il proposito di arricchire l'offerta culturale della della città nel periodo estivo, promuovere eventi di animazione delle ville e dei quartieri e nella “Cintura Verde”, promuovere attività coerenti con il progetto Reggio Emilia per Expo, in particolare destinate a valorizzare l'offerta culturale e la promozione del nostro territorio e delle nostre eccellenze, a partire da quelle dell'agrifood e dei settori della ricerca e dell'innovazione nel periodo dell'esposizione universale.

Oltre ai progetti volti a rafforzare l'offerta culturale cittadina in vista di Expo 2015, l’Avviso pubblico 2015 finanzierà la realizzazione di progetti che coprono cinque ambiti:

Wefare – Lo scopo dei progetti presentati in questo ambito di intervento dovrà essere quello di contrastare l'isolamento di anziani, disabili e minori, intercettare situazioni di fragilità e favorire la socializzazione e il mantenimento delle autonomie.

Scuola – Con l'obiettivo di ampliare l'offerta formativa delle scuole primarie e secondarie di primo livello, attraverso atelier e laboratori pomeridiani multidisciplinari progettati e realizzati in collaborazione con il servizio di Officina Educativa del Comune di Reggio.

Integrazione – In questo ambito i progetti dovranno promuovere la conoscenza, il dialogo e la relazionalità positiva tra culture diverse, anche mediante azioni volte a incrementare la conoscenza della lingua italiana e del contesto civile in cui si vive.

Sicurezza – L'obiettivo in questo campo sarà quello di valorizzare attività di sicurezza urbana e convivenza, i Patti e altre esperienze analoghe, oltre che la promozione della cultura della legalità.

Cultura – Attraverso la produzione e la formazione nel campo delle spettacolo – musica, teatro, danza, audiovisivi - delle politiche giovanili e delle attività all'interno di istituzioni culturali come biblioteche e musei, lo scopo deve essere quello di arricchire l'offerta culturale delle città nelle sue manifestazioni temporanee.

Per quanto riguarda l'ambito legato a Restate ed Expo 2015, i progetti andranno realizzati nel periodo che va dal 1° aprile 2015 al 31 ottobre 2015.

Per quanto riguarda invece gli altri ambiti il periodo di realizzazione dei progetti compre un arco temporale più ampio, dal 1° gennaio 2015 al 30 giugno 2016.

Come nelle precedenti edizioni, la valutazione dei progetti spetterà a una commissione, composta dal dirigente del Servizio comunale Decentramento e Partecipazione, dal direttore dell'Area Servizi alla Persona e da un membro designato dal Forum del Terzo settore. Il finanziamento massimo per ogni proposta sarà pari al 60% delle spese effettivamente sostenute e comunque non potrà essere superiore a 30.000 euro.
La Commissione valuterà i progetti seguendo criteri di qualità e coerenza con l’obiettivo di individuare attività che offrano un valore aggiunto rispetto a quelle ordinarie dell'ente, privilegiando la creazione di reti territoriali, l'originalità e il carattere innovativo, la condivisione e fruibilità per la collettività.

I progetti dovranno essere presentati, a partire da giovedì 2 aprile 2015, entro e non oltre venerdì 27 aprile 2015 per tutti gli ambiti eccetto l'ambito scolastico, le scuole infatti avranno tempo fino al 16 ottobre entro le ore 13 per presentare i propri progetti.

Per maggiori informazioni, consultare il sito www.reggianiperesempio.comune.re.it .

 
Ultimo aggiornamento: 29/04/15

Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia
Via F.lli Manfredi 12/D - 42124 Reggio Emilia - tel 0522 456473 - fax 0522 585303 - C.F. e P.I. 022 999 303 50 - fondazione.sport@comune.re.it
Posta Elettronica Certificata:fondazionesport.pec@twtcert.it